domenica 28 febbraio 2016

Vita da gatti, vita da cane


Mi sento un poco inadatta, a parlare di gatti. O di animali domestici in generale.
Sarà che praticamente - a parte un paio di eccezioni - non ne ho mai avuti. 
Sarà che quando sento gli altri parlare del loro gatto/cane/pesce/criceto/coniglio/e-così-via sento che mi manca qualcosa, perché non posso vantare alcun tipo di reale empatia per quello che provano.
Ultimamente, però, a qualche palla di pelo mi sono affezionata. Forse è proprio per questo che continuo a timbrare e colorare gatti e cani dei set di Some Odd Girl.


La prima è una shaker card, per la quale ho pensato di accostare due colori (il grigio e l'arancione, con qualche sfumatura nel mezzo). Ho cominciato colorando il gatto con promarkers e twin markers by Tiger, nelle sfumature del grigio ma con qualche dettaglio bianco. Ho aggiunto i baffi con una penna bianca e ripassato gli occhi con una Sakura gel pen, che li rende vibranti e vivi.
Ho timbrato anche 3 pesciolini, che ho colorato come i classici pesci rossi in boccia di vetro: di un arancione cangiante.
Successivamente, ho composto la parte principale della shaker card fustellando diversi cerchi e aggiungendo beans trasparenti di varie dimensioni all'interno della finestra. 
Ho concluso con una carta decorativa perfettamente a tema, così come l'augurio - incluso nel set.


Se la prima card è più vivace, la seconda card è molto più... trasognata.

Nuvole + gatto che dorme = binomio perfetto

Ho ricreato lo stesso gatto della prima card, immaginandolo addormentato e appoggiato ad un caldo gomitolo di lana dimenticato dalla padrona. Con un'espressione così soddisfatta, potevo solo immaginarlo su soffici nuvole Lawn Fawn: ho fustellato diversi tipi di nuvole, su cartoncino bianco e su vellum. Ho aggiunto uno sfondo menta altrettanto nuvoloso, aggiunto l'augurio e incluso il quadretto all'interno di una cornice grigia.

E per gli amanti dei cani? Ci sono anche loro...


... protagonisti di una bellissima festa di bambini. In versione tag, con tanto di baffi, occhiale e cappellini festaioli.

Questo è solo l'inizio. L'invasione è ormai cominciata!



martedì 9 febbraio 2016

Amore come "mano nella mano"



Punto il dito contro San Valentino
Non escono le parole, non nel lento e continuo fluire che tanto vorrei. 
In compenso covavo questa card già da tempo, ovvero non appena gli occhi sono caduti su un set di timbri disegnato da Some Odd Girl (di cui ho altro - molto altro! - da farvi vedere) e che mi è stato regalato. Guardando questi due omini di pan di zenzero ho pensato "e se si tenessero per mano?".
Ecco. 
Forse è qui, quello che voglio dire oggi sull'amore: che per me è la scelta reiterata di prendersi per mano, la volontà quotidiana di stringersi, guardando e affrontando un mondo che di Amore ha fortissimamente bisogno. Amore che, proprio per questo, penso sia anche un atto di coraggio e di morale. Scegliere di costruire, invece di distruggere. All'esterno come all'interno: come cantava Lucio Dalla, il dolore che ci cambia, l'amore ci salva. Che per me non vuol dire "tirare fuori la parte migliore di noi stessi" -non necessariamente, insomma-, ma semplicemente esaltarci nella nostra più completa e imperfetta totalità.
Ed anche se non servono né una data né un santo per ricordarlo, voglio rendere omaggio ad uno dei doni - forse il più grande - che abbiamo ricevuto.


Ed ora, la card. 
Ho cominciato con quella che trovo la parte più rilassante e "vitale" del processo creativo: ho timbrato i due omini e li ho colorati con Promarkers e Twin Markers (Tiger). Ho aggiunto un tocco di Wink of Stella e ho tagliato seguendo il bordo.
Ho optato per uno sfondo acquarellato che esaltasse i dolci protagonisti e conferisse un aspetto "spettinato" e romantico all'insieme: ho bagnato un rettangolo di foglio acquarellabile e ho tamponato con un pennello un mix di rossi e viola (e di Antique Linen).
Ho asciugato con l'embosser ed ho aggiunto colore fino a raggiungere la combinazione cromatica per me ideale. Poi ho continuato a sporcare il foglio con gocce d'acqua e di colore...e, non contenta, ho creato qualche cuore con dell'Embossing Paste che ho cosparso di glitter bianchi.
Successivamente ho tagliato il foglio con una fustella Lawn Fawn, ma ho tenuto "lo scarto esterno" come cornice.


Al centro ho creato una piccola finestra shaker: augurio a tema timbrato con Stazon nero su dell'acetato, rossi cuoricini fustellati e beads trasparenti. Ho poi assemblato il tutto utilizzando del nastro gommato per dare la giusta tridimensionalità al progetto.
Con questa card faccio appena in tempo a partecipare alla #123 Lawnscaping Challenge (incrocio le dita!):



E ad augurarvi buon San Valentino.