lunedì 31 agosto 2015

Week-end di fine estate


Non sono una fan dell'estate. Anzi, la odio.
Il sole che scotta, la pelle umida, la pesantezza delle articolazioni e l'aria che sembra mancare. Diciamo che cerco di viverla sempre in una sorta di apnea, aspettando che finisca. Aspettando l'autunno.
Questa estate, però, è stata diversa; speciale, come l'anno in corso. E non è tanto per dire.
Il weekend che segna la fine della mie vacanze -e in qualche modo dell'estate- mi ha vista spensierata, come non lo ero da tanto tempo. In mezzo ad amici, un po' all'avventura
Il modo perfetto per concludere un'estate all'insegna di capitali europee, montagna e natura. Di dinamismo, di voglia di fare...e di staccare "da tutto il resto".
Per salutare l'estate, ho creato due card dall'aspetto arioso ed estivo:


Il tamburino dal set Pa-rum-pa-pum-pum di Lawn Fawn era da tempo che aspettava di essere utilizzato. Ed anche se il set è natalizio, perché non contestualizzarlo in una card da mare e spiaggia?
Ho fustellato un rettangolo Lawn Fawn su della carta acquarellabile, che ho protetto ai lati con dello scotch. 
Ho timbrato con del Memento nero il tamburino e l'ho timbrato nuovamente su del nastro carta, che ho poi usato come maschera.


A questo punto ho preso i Distress Inks e mi sono messa a creare il paesaggio: con del Broken China misto a Peacock Feathers ho dipinto il cielo, con dell'Antique Linen misto a Vintage Photo la spiaggia. Non prima di aver stampato ed embossato con della polvere avorio l'augurio -e non poteva essere diverso-. In seguito ho tirato via lo scotch e colorato il tamburino con i Promarkers. 
Ho aggiunto le note musicali, qualche dettaglio bianco e oro e un tocco di Wink of Stella. 
Per concludere ho aggiunto del twine marrone e un cartoncino beige sporcato con del Vintage Photo.


E che estate sarebbe, senza un bel gelato? Ho pensato di unire i coni gelato dal set Admit One di Lawn Fawn ad una shaker card un po' inusuale, che non abbia una finestra al centro ma sui lati. L'idea l'ho presa da Nichol Magouirk, una delle crafter americane che più mi piacciono e che è "specializzata" in shaker cards.
Ho fustellato su del cartoncino bianco due rettangoli Lawn Fawn per creare la finestra, che ho poi chiuso con dell'acetato.


All'interno della finestra ho inserito beans gialli, marroni e neri, insieme a qualche strass dorata. 
Al centro, in un altro rettangolino Lawn Fawn, ho applicato con del nastro gommato due coni gelato, che ho colorato come i gusti preferiti di un mio caro amico, aggiungendo l'augurio.

A breve, brevissimo, si ricomincia. Con una nuova energia, con un nuovo atteggiamento, con un rinnovato entusiasmo. 
Come una scolaretta, l'anno "nuovo" comincia a settembre. E' dopo l'estate che gli ingranaggi riprendono a girare, che si ricomincia a lavorare e a pensare. 
Magari mangiando un gelato al tramonto, con un po' di musica nelle orecchie, salutando l'estate.

sabato 1 agosto 2015

Senza perdere la spensieratezza


Stavolta sono tornata un po' bambina.

Tutto è partito da questa card della crafter americana che più preferisco, Kristina Werner. 
Mi ha colpito da subito per la fresca semplicità, la cromia accesa, il tocco dorato.
E soprattutto, avevo proprio voglia di usare il palloncino Lawn Fawn per farci qualcosa di spiritoso ed estivo. Sporcandomi le mani con i Distress, magari.

Ho preso un foglio di carta acquarellabile e, dopo vari tentativi, ho deciso la palette di Distress Inks da utilizzare: Mustard Seed, Spiced Marmalade, Picked Raspberry e Peacock Feathers.
Ho timbrato il palloncino contenuto nel set Admit One di Lawn Fawn con i vari distress e ho riempito l'interno di ognuno con il colore corrispondente.


Ho cominciato facendo le cose per bene: asciugando con l'embosser ogni palloncino, così da evitare incontrollabili sovrapposizioni di colore. A un certo punto... l'ho già scritto, sono tornata un po' bambina.

Il colore ha cominciato a sbavare, ad uscire dai bordi. Ma alla fine che importa, è quello il suo bello.
Stavolta ho aspettato che tutto asciugasse e ho aggiunto a tutti i palloncini il proprio filo, con un pennarello nero molto fine. Prima di incollare il tutto al cartoncino di base, ho aggiunto l'augurio embossato in oro su una striscia di vellum. E 3 stelline sempre dorate.


Questa card è invece frutto di una commissione per una laurea. 
La bimba al centro è vestita di tutto punto per la grande occasione, incorniciata da una delle mie amate polaroid e da qualche banner a lato. Rosso - Oro - Nero: questi per me sono colori che non possono mancare in una card del genere.


Ed è ora di augurarsi la buonanotte, a modo mio:

"La magia del mestiere mi apre un mondo in cui, tra meno di due ore, affronterò i draghi neri e i crinali incoronati da una chioma di fulmini azzurri; un mondo in cui, a notte, liberato, io leggo negli astri il mio cammino".
(Antoine de Saint-Exupéry)