martedì 21 aprile 2015

Latte, biscotti e spremuta d'arancia


La vita, ogni tanto, mi tiene impegnata. La densità e l'intensità di impegni, rapporti personali e pensieri mi ha tenuta lontana da timbri, carta e forbici. Stavolta ho seguito il flusso, non sono andata controcorrente...ho aspettato, sapendo che prima o poi momento e ispirazione sarebbero tornati.
E difatti così è stato.


A dare il via al processo creativo sono state due paia di braccia e di gambe
Mi sono imbattuta in queste piccole aggiunte navigando sul web ed è subito nato il desiderio di antropomorfizzare anche i miei timbri. Qual migliore occasione per sfoggiare la fustella Lawn Fawn con "effetto cucito"?
Sul cartoncino bianco ho timbrato un cookie ed il cartone del latte con l'inchiostro Memento Tuxedo Black. Ho colorato i due piccioncini con i Promarker, ho aggiunto le faccine, guance, braccia e gambe. E qualche cuoricino, ovviamente.


Sinceramente una volta aggiunto l'augurio ho meditato di concludere il tutto a mo' di segnalibro, con del nastro colorato. Per fortuna mi sono imbattuta in una carta che mi è sembrata perfetta al primo sguardo, tanto per colori che per stile "retro": giocando con il verde acqua, il rosso ed un po' di twine la card si è creata da sola.


A questo punto, però, era d'obbligo continuare a creare: io detesto il latte, quindi mi è sembrato giusto controbilanciare la prima card con una che, in mancanza del thé, avesse come protagonista una salutare spremuta d'arancia.
Una volta deciso il soggetto ho scelto tutti i colori e le trame che più mi piacciono: una striscia azzurra quadrettata, un bordo fustellato bianco, una carta che riproduce la trama del legno, un cartoncino marrone.


Una volta montata la struttura, ecco la parte divertente: timbrare, colorare, tagliare e incollare tanti biscotti. Ed un bicchiere di spremuta d'arancia con un tocco di Glossy Accent a rendere l'effetto del vetro.


"Le giornate dovrebbero iniziare con un abbraccio, un bacio, una carezza ed un caffè. Perché la colazione deve essere abbondante". (Charles M. Schulz)

venerdì 3 aprile 2015

Spinner cards


Ritorno alla spensieratezza.
Con queste bellissime giornate ed i timbri Lawn Fawn non poteva essere altrimenti. Ho deciso di cimentarmi in qualcosa di nuovo, in cui mi sono imbattuta proprio sul blog Lawn Fawn: la spinner card. La sua particolarità sta nel fatto che alcune parti girano in tondo...grazie ad un piccolo e semplice trucco.



Per rendere l'idea, stavolta, ho anche girato un video veloce: grazie ad una piccola moneta che scorre sul binario, l'uovo di dinosauro gira in tondo!


Andiamo con ordine: qualche settimana fa ho avuto la fortuna di passare il pomeriggio in compagnia di una donna bellissima, e bravissima scrapper! Prima di scappare a prendere il treno, ho fatto in tempo a timbrare alcuni dei suoi dinosauri Lawn Fawn...che ho finalmente colorato, ritagliato e assemblato in una card.
Per la struttura, ho scelto del cartoncino color crema, che ho fustellato con un cerchio. Il cerchio a sua volta ricavato l'ho tagliato ancora una volta con il cerchio di misura più piccola, in modo da creare un piccolo binario. Ho montato la scena con delle collinette, una palma (sempre dallo stesso set), mamma Saura e un dolce pterodattilo. 


Nel cerchio ho timbrato l'augurio adatto ad una nascita, ho incollato il guscio dell'uovo ed ho posizionato un centesimo di euro tra i binari. Con del nastro gommato ho applicato il piccolo ovetto sul centesimo e ho controllato che il meccanismo funzionasse: il baby Sauro magicamente rotola verso la madre!


La seconda card segue lo stesso ragionamento della prima: una coppia di scoiattolini, in cui lei gira e si avvicina all'amato. Il tutto su del cartoncino chiaro fustellato a mo' di corteccia e sporcato con il Distress Ink Vintage Photo. Tutti i timbri, ovviamente, sono Lawn Fawn.


Non vedo l'ora di testarne altre varianti!