lunedì 26 gennaio 2015

Ode alla colazione: I love cookies!


Lo ammetto: ci sono cascata di nuovo. 
Ammetto anche lo avevo già visto e ci avevo fatto un pensierino. 
Ammetto infine che il soggetto, per me, è tra i più invitanti.
Ora il set Milk and Cookies di Lawn Fawn è nelle mie mani. Lo adoro, è molto versatile e altamente personalizzabile. E appena l'ho visto ho pensato "e se un tenerissimo -e ingordo- coniglietto uscisse dalla scatola di biscotti?"


Sembra il primo capitolo di una fiaba per bambini. Eccolo, il piccolino, che salta fuori dal contenitore in ceramica. Si guarda intorno sospetto, annusando l'aria, mentre mette da parte qualche biscotto e ne tiene tra le zampe uno a cui ha dato un morso.
La scena è il risultato di un taglia-e-incolla: il contenitore di biscotti aperto, il piccolo coniglietto che ho già usato qui, tre biscotti riccamente farciti di cioccolato.
Per lo sfondo ho utilizzato un altro timbro del set e l'ho riportato più volte su un cartoncino crema. 
E' con questa card che ho deciso di partecipare al Lawnscaping Challenge di questa settimana:


Per assemblare la card ho usato tutti elementi sui toni del marrone: un twine e un paio di cartoncini fustellati grazie al nuovo acquisto made in Sizzix. 
Non ho resistito all'aggiunta di un biscotto sorridente, a qualche sbrilluccichio ottenuto con il Wink of Stella e a una passata di Glossy Accent. Questo è il risultato finale:



Poi ci ho preso gusto - è proprio il caso di dirlo! - e la situazione mi è un po' sfuggita di mano: viva la creatività!
Per cui ho realizzato una seconda card, questa volta partendo da uno sfondo biscottoso realizzato embossando della polvere trasparente.




Su questa pioggia di biscotti ho fatto piovere anche tre dischi fustellati con sentiment, contenitore e piatto di cookies. L'ispirazione per queste card viene proprio dal momento della colazione, quel caldo abbraccio che ti accompagna appena svegli e che rende meno traumatico il distacco con il piumone.



Anche qui non ho resistito al Glossy Accent: adoro l'aspetto che conferisce ad alcuni particolari!


Sull'onda delle bellissime sensazioni che mi trasmette il rituale della colazione, ho pensato di realizzare una card che richiamasse maggiormente i profumi, i colori e l'atmosfera di un caldo risveglio invernale. Ed è partendo da questa idea che ho creato questa card:


Una tovaglia a quadretti rossi, una cornice in legno, una tavola imbandita per tutti.
Quando si è in montagna, poi, il calore è ancora più prezioso! Il biscotto ancora integro, quello che ti stai gustando, quello che ti fa arrabbiare perché ha deciso di rompersi dentro la tazza di the.



Non poteva mancare un richiamo al the, che mi accompagna da anni ogni mattina, indipendentemente dalla stagione. Per cui ho deciso di inserire il sentiment all'interno di una tag (sempre nuova fustella Sizzix), che nella mia mente richiama un po' la bustina di quel caldo abbraccio in tazza.


Insomma, un modo come un altro per augurarvi un buon inizio di giornata e di settimana.

Giada

venerdì 16 gennaio 2015

Nella tana del bianco coniglio



Volli, volli, fortissimamente volli. 
Funzionerà nella vita, ma con la creatività no...almeno per me. 
Di solito, il processo di creazione che sta dietro ai miei biglietti prevede o di fare qualcosa di getto -quasi ne avessi urgenza-, o nel progettare la card nei minimi dettagli e poi cominciare a riprodurla. 

Il secondo metodo va per la maggiore: adoro guardare video e tutorial su internet, appuntarmi ciò che più mi piace e rielaborare tutto su un foglio di carta.
Insomma, mi è sempre piaciuto prendere appunti, perché dovrei fermarmi proprio ora?


Tutto è cominciato con gli strass che mi ha regalato la nonna del mio ragazzo. Voleva buttarli, ma prima ha gentilmente pensato a me e alle mie card...e non me li sono fatti scappare.
E ho anche pensato "devo subito realizzare una card con queste meraviglie".
Mi sono intestardita, ma proprio non mi usciva niente che mi piacesse.
Allora ho abbandonato tutto e ho timbrato e colorato tutti gli animaletti del set Hello Baby di Lawn Fawn, che ho da un po' ma che non avevo ancora usato (vergogna!). Li ho ritagliati ed erano uno più puccioso dell'altro. 
A questo punto è giunta in mio soccorso una delle creative americane che seguo: Nichol Magouirk

E così ho cominciato a progettare le mie baby card.


Sono partita da un cartoncino marrone e una carta monocromatica rimasta da un blocco natalizio. 
Mi piaceva la tinta, e per arricchirla un po' ho timbrato diversi sonaglini con del Versamark per creare una decorazione tono su tono. 

Ho concluso tamponando dell'inchiostro verde su una striscia di cartoncino bianco, aggiunto i coniglietti e un sacchettino, impreziosito con wink of stella e glossy accent.



Ho guardato il risultato finale...e con mia somma sorpresa ho pensato di impreziosire le card con gli stessi strass che avrei tanto voluto usare all'inizio.


P.S. Mi scuso per il ritardo: avrei voluto pubblicare tutto un paio di giorni fa, ma la febbre mi ha tenuta lontano da buona parte dei dispositivi elettronici.

sabato 3 gennaio 2015

Nuovo inizio: mi dis-stresso!


Auguro un buon 2015 a tutti. 
Quest'anno, a differenza di quello passato, ho intenzione di non abbattermi: cercherò la mia strada, con la pazienza e la determinazione che servono, senza sacrificare troppo la creatività.
La serenità e la luce di queste bellissime giornate mi ha fatto venire voglia di sperimentare qualcosa di diverso, che avevo nel cassetto da un po': i Distress Inks.


L'ultimo l'ho agguantato al Creattiva di Bergamo, consigliatomi dalla slovena che ha gentilmente sopportato le mie domande ed il mio inglese per circa mezz'ora. Lì ho capito che per ottenere il massimo avrei dovuto imparare a mischiare i colori senza paura e che, beh, l'effetto ottenuto era necessariamente antichizzato.


Ho realizzato diverse card, frutto dei diversi risultati ottenuti con i distress in mio possesso: Broken China e Scattered Straw in gran quantità, ma anche Peacock Feathers, Mustard Seed, Spiced Marmalade e Picked Raspberry.
Ho cominciato concentrandomi sulla prima coppia di colori ed ho concluso embossando un bellissimo augurio in stile calligrafico con della polvere oro. Ho poi utilizzato un pennarello regalatomi da mia mamma -e che non avevo capito come usare!- per sporcare il foglio d'oro, dandogli dei bellissimi riflessi. Probabilmente avrei dovuto farne una tag, ma...beh, ne ho fatto una card, mi andava così!


La seconda è molto particolare, un po' steampunk (ma non troppo). Dopo aver iniziato a sporcarmi le dita con gli inchiostri, mi sono ricordata che al Creattiva mi ero portata a casa anche uno stencil di Tim Holtz, che si sposava perfettamente con un timbro a orologio che già avevo. 
Ho passato lo Scattered Straw, poi sono passata al Mustard Seed e agli angoli lo Spiced Marmalade. 



A quel punto ho posizionato lo stencil e ho ripassato il primo e l'ultimo colore, cercando di mantenere il centro piuttosto chiaro, come punto luce. Un paio di timbrate, un augurio che è anche buon proposito per il nuovo anno e via, tutto montato su una card nera (a cui ho "antichizzato" i bordi con lo stesso, strano, pennarello oro di prima).


Così ho cominciato a prenderci gusto...e ho continuato!


Qui ho combinato molti più colori, sempre con lo stesso stencil. E poi, come tocco finale, qualche goccia d'acqua che ha fatto reagire i distress. Cartoncino nero e una bella frase embossata con polvere nera per finire.



Da ultima, ho realizzato uno sfondo con il Picked Raspberry: si tratta di un colore molto forte, come anche gli altri che ho acquistato insieme a quest'ultimo (la confezione di mini distress, per intenderci).
Lo Spiced Marmalade e soprattutto lo Scattered Straw l'hanno stemperato alla perfezione, per cui ho deciso di renderlo un romantico biglietto per congratulazioni.


Ho scelto un ramo di fiori e l'ho stampato su due bordi, che ho embossato con della polvere bianca insieme all'augurio al centro. Penso proprio che proverò a farne degli altri, magari ampliando la gamma di colori (ho già puntato il Vintage Photo e sto facendo un pensiero al Salty Ocean, ma ogni consiglio è ben accetto!).


Questa ventata di novità, di sperimentazione e di soddisfazione hanno portato una gradevole sensazione di (cauto) ottimismo per quest'anno, che spero sarà migliore per tutti.